Settimana della moda di Milano, il look dei modelli nei momenti di relax

 

Drizzate le antenne, aguzzate i sensi e siate pronti a ricevere le proposte autunno/inverno 2012-2013 che la città più modaiola, cosmopolita, frenetica e glam d’Italia vi offrirà in occasione della Settimana della Moda maschile. Si parte dal 14 gennaio per terminare martedì 17: cosa ci aspetta dagli stilisti? Quale o quali saranno i look dominanti? Se il mood rifletterà quello del Pitti Uomo Firenze vedremo moderni clochard iper-chic, disimpegnati e pratici, che badano al dettaglio e alla cucitura perfetta, alla pregevolezza tattile e visiva di un vitello spazzolato di prima qualità su mocassini dandy e finalmente mettono al bando i total look one-only-designer che, diciamolo pure, sono terribilmente sorpassati e di dubbio gusto.

Intanto Milano, per la gioia di uomini e donne, è letteralmente invasa dai modelli che sfileranno sulle passerelle. Giovanissimi uomini, tutti altissimi, glamour e con una simpatica aria scanzonata scorrazzano per la città e ci offrono un ottimo punto di vista sulla moda e sullo stile.

Prendete nota: tra i professionisti del settore, che di firme e capi ne indossano in quantità infinita e quindi in modo del tutto naturale acquisiscono un’attitudine spiccata alla tendenza, il look più utilizzato nei momenti di relax a zonzo per la città meneghina è quello a metà strada tra l’urban e il retrò. Stringate classiche nei colori e nella struttura, da ragazzo perbene, da cui fanno capolino calzini optical. Si portano sotto moderni jeans dalla linea skinny oppure dritti e boot-cut. Unico accorgimento: che siano effetto used! Al bando la vita troppo bassa: il denim deve poggiare comodamente sui fianchi accompagnando la figura, senza alcuna forzatura o eccesso. Giacchine slim portate con le maniche arrotolate sugli avambracci, lasciate aperte su t-shirt aderenti o, all’opposto, cascanti. Niente stampe sulle magliette: meglio un monocolore basico, visto che la giacchina possiede già una forte personalità Seventies che caratterizza l’outfit. Vanno alla grande anche i passepartout delle righe o del tartan, che conferiscono un aspetto molto british in un lampo. Per chi non ha paura di osare, l’abbinamento ideale è con un gilet dalle proporzioni minime e dalla tonalità scura, da accompagnare a una sciarpa in cashmere seriosa e a sneakers coloratissime e spiazzanti. Per avere tutto a portata di mano i ragazzi della moda milanese scelgono bisacce destrutturate color cognac in pelle vintage: l’insieme è un raffinato mix in bilico tra passato e presente che, se ben calibrato, è sicuramente d’effetto e sta bene a tutti!

Commenti

  1. […] passerelle di Milano Moda Uomo 2012 non hanno affatto deluso le aspettative: abbiamo visto un uomo decostruito e destrutturato, libero […]